A prima vista Venezia potrebbe sembrare una città con poche aree verdi. Attraverso uno sguardo più accurato però, lontano dal trambusto delle folle di turisti, si può scoprire una Venezia totalmente diversa.

Dietro alle sue alte mura si trovano giardini nascosti e segreti, di cui nessuno sospetta l’esistenza. Isole verdi, oasi di bellezza e tranquillità nascoste dietro magnifici palazzi sul Canal Grande, dietro cancelli o porte che si affacciano sui canali segreti, dove un estraneo raramente si perde.

Si possono trovare giardini diversi, giardini del Nobili, giardini incantati di artisti, antichi giardini di monasteri o il celebre giardino del Peggy Guggenheim Museum.

In tempi antichi Venezia era considerata la regina di giardini, in quanto si potevano trovare tanti giardini botanici quanti nell’Italia intera; non tutti i giardini erano però di tipo botanico. I giardini di patrizi veneziani erano molto costosi dal punto di vista dell’investimento e della manutenzione, quindi erano inaccessibili per il pubblico.

Di solito erano usati per assecondare i piaceri dei ricchi, che non volevano essere disturbati da nulla, nemmeno da sguardi indiscreti; ragion per cui i loro giardini erano sempre circondati da alte mura. Anche in tempi antichi questi luoghi erano comunque considerati magiche attrazioni all’interno della città.

Scoprili con noi!!